Vai direttamente ai contenuti della pagina

Sentiero dei ciclamini

IL SENTIERO DEI CICLAMINI
Dislivello: m 185
Tempo di percorrenza: ore 2,30 per l’anello completo
Percorso: Bedale – Langra – Caricatori – Camoglieres – Villar - Bedale.
Difficoltà: E

Si tratta di un facile percorso ad anello che deve il suo nome al Cyclamen purpurascens che fiorisce fra luglio e agosto nelle faggete fra Camoglieres e Caricatori (si ricorda che ne è severamente vietata la raccolta). Il sentiero è interamente segnalato con tacche di vernice rossa e corredato da una serie di pannelli che riportano notizie sulle principali varietà botaniche e arboree che popolano la zona attraversata.
Dal piazzale del Municipio di Macra (875m) si prosegue per una ventina di metri in direzione di Acceglio, fino ad un ponte (fontana), dove si svolta a destra seguendo l’indicazione dei Percorsi Occitani. Si costeggia il ruscello passando accanto ad un antico mulino e dopo una decina di minuti si trascura la deviazione a destra dei Percorsi Occitani (indicazione Villar, che verrà utilizzata per il ritorno), continuando lungo il corso d’acqua fra una ricchissima vegetazione di ambiente umido. Una comoda passerella in legno facilita l’attraversamento del rio.
Poco prima della borgata di Langra si sbuca sulla strada in parte sterrata che arriva da Macra. Abbandonando le tacche gialle che verso sinistra conducono a Langra (972m), si procede dritto fino a Caricatori (997m), abitata un tempo da boscaioli. Si entra nella borgata e si piega a destra al di sopra delle case: occorre qui abbandonare la mulattiera che sale al colle del Rastcias, per rintracciare il sentiero che devia a destra portando in leggera salita sotto le pareti verticali di Punta Raveirola (1264m, parete di arrampicata). Pianeggiando si raggiunge il centro di una comba inoltrandosi in un angusto vallonetto: è la comba Friera (1055m), attraversata la quale si passa sull’altro versante del vallonetto. Dopo una bella pineta (bosco di Saria), si giunge ad una radura al bordo della quale è eretto un pilone (1060m) a picco sul vallone del Bedale di Langra. Il sentiero inizia ora a perdere quota, attraversa terrazzamenti un tempo coltivati a vite e, passando al di sotto di una palestra di arrampicata, raggiunge Camoglieres (992m) dove recentemente è stata aperta una via ferrata. L’abitato presenta un’interessante tipologia architettonica (tetto sostenuto da colonna rotonda, forni, fontana) e alcuni dipinti di Giors Boneto, pittore di Paesana che operò in valle all’inizio del 1800: notevole sulla parete di una casa nei pressi della fontana un affresco con San Cristoforo che traghetta un fiume.
Seguendo nuovamente le tacche gialle dei Percorsi Occitani si ridiscende leggermente verso l’interno della borgata, per imboccare un viottolo che si snoda al di sopra dei salti di roccia a strapiombo sulla statale di fondovalle, costeggiando alcune barme. Si transita sotto il portico della trecentesca cappella di San Pietro (872m) che custodisce al suo interno un affresco inquietante denominato “Danza macabra”, raffigurante un girotondo di cadaveri ove la morte rende uguali ricchi e poveri, potenti e popolani.
Il sentiero va a sbucare sul tornante della strada asfaltata che sale dalla statale a Villar, la parte alta di Macra: la si percorre in salita transitando davanti alla Parrocchia di San Marcellino, patrono della festa che celebra l’inizio della primavera, che al suo interno ospita una pala di Francesco Gonin. Subito dopo la chiesa si ritrova sulla sinistra il sentiero che in discesa porta a chiudere l’anello, tornando poco a monte dell’antico mulino.


Segui il sentiero dei ciclamini sul web:
pagine di escursionisti che ci sono stati
(Hai una pagina da segnalare? Clicca qui )

Alpicuneesi - descrizioni, foto e curiosità a cura di Roberto Pockaj

NaturaOccitana - curiosità naturalistiche sul sentiero dei ciclamini

 

 

 

 

Il cammino della montagna ⇨

^
Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini statistici, pubblicitari e operativi, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all’ uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy. Per saperne di più e per impostare le tue preferenze vai alla sezione: Privacy Policy

×